Browse Category

Fai da Te

Come Riciclare la Carta

Un meraviglioso intruglio di carta riciclata è quello che serve per chi ha voglia di divertirsi a fare la carta fai da te. Allora con pochi ingredienti, da soli o per far passare il tempo ai bambini, prepariamo la carta fai da te.

Non è meraviglioso poter fare la carta fai da te con della carta riciclata? In questo modo si hanno due vantaggi: nuova carta per scrivere e tutela ambientale con meno spreco della carta. Meglio di così! Allora mettiamoci all’opera per poter creare la carta fai da te con la carta riciclata.

Carta riciclata: cosa serve per la carta fai da te
Carta di giornale
Carta da pane
Carta da pacchi
Carta assorbente
Carta in formato A4 usata
1 frullatore
Acqua
1 asciugamano
1 mattarello
1 ferro da stiro

Carta riciclata: preparazione della carta fai da te
Prepariamoci a fare la carta fai da te con la carta riciclata, come se ci accingessimo a fare un dolce. Sembra strano, ma il procedimento sembra davvero quello di una ricetta. Bagniamo la nostra carta riciclata, quella di giornale, quella delle nostre stampe, la carta da pacchi o la carta da pane. Strappiamo la carta riciclata in tanti pezzetti e mettiamo il tutto nel frullatore con altra acqua. Il risultato sarà un intruglio quasi denso che andremo a rovesciare su uno scolapasta e, in seguito, su un asciugamano. Importante sarà far bene aderire l’impasto allargato sull’asciugamano. Ora prendiamo il mattarello per fare uscire l’acqua e per stendere bene l’impasto, sì proprio come si trattasse di una pasta base per la pizza o per la crostata! Per fare asciugare il tutto passeremo sopra la carta riciclata il ferro da stiro fino a fare asciugare del tutto il composto e a renderlo il più possibile sottile. Il nostro foglio di carta fai da te è ora pronto. Ovviamente sarà diverso da un foglio di carta normale, ma la soddisfazione di poterla usare sarà raddoppiata.

Come Preparare Cassetta degli Attrezzi

Volete essere pronti per ogni emergenza fai da te in casa? Ecco una guida alla cassetta degli attrezzi perfetta, pronta all’uso e ben fornita. Vi forniamo consigli su come creare una cassetta per gli attrezzi essenziale ed economica ma fornita per aiutarvi in ogni evenienza.
Quando si ha la necessità di fare un piccolo intervento in casa, dal tubo che perde allo stringere una vite, si deve poter fare affidamento su una cassetta degli attrezzi fornita e in ordine per poter avere sempre l’attrezzo giusto al momento giusto.

Cassetta degli attrezzi fai da te: gli attrezzi base
Nell’allestimento di una cassetta per gli attrezzi occorre innanzitutto inserire gli attrezzi base generici. Un metro a nastro da almeno cinque metri, ad esempio, sarà essenziale in diverse situazioni come anche un martello. Fondamentale in una cassetta per gli attrezzi fai da te è anche un set completo di cacciaviti ed un cacciavite elettrico di prova per affrontare al meglio ogni vite. Altri attrezzi base per la nostra cassetta per li attrezzi fai da te ma di uso meno frequente sono un set di chiavi inglesi, una saldatrice, una piccola sega da legno e una livella, delle pinze e un set di pennelli e rulli per pareti..

Cassetta per gli attrezzi fai da te: Gli accessori
Una volta allestita la nostra cassetta degli attrezzi fai da te, bisogna pensare anche agli accessori di consumo che in casa non devono mai mancare. Nella nostra cassetta degli attrezzi fai da te quindi non dovranno mai mancare chiodi di varie dimensioni, viti di varie dimensioni, fascette da elettricista, rondelle, fusibili, tasselli, una torcia e un pacchetto di batterie. Tutto questo vi permetterà di far fronte alle emergenze in casa.

Cassetta degli attrezzi fai da te: reperire gli attrezzi
I materiali per la nostra fornitissima cassetta degli attrezzi fai da te, possono essere reperiti in qualsiasi ferramenta o più comodamente acquistati on line. In rete, per esempio è possibile acquistare on line gli articoli per la nostra cassetta degli attrezzi fai da te presenti nel catalogo, che spazia dagli accessori di consumo agli attrezzi elettrici.
Ora che abbiamo diligentemente riempito la nostra cassetta degli attrezzi, potremo affrontare ogni emergenza fai da te senza problemi.

Come Realizzare Carta Fai da Te in Casa

Avete un animo ecologista? Volete imparare a creare la carta fai da te? In questo articolo vi forniamo una guida con spunti, idee e tecniche per creare fogli di carta fai da te veramente originale e versatile con la quale creare oggetti, bigliettini e tutto quello che la nostra fantasia ci suggerisce.
La carta è un elemento di uso quotidiano nonostante questa sia l’era del digitale. La carta è un elemento ecologico e soprattutto rinnovabile che può essere riciclato. Di questi tempi bisogna sempre avere a cuore l’ecologia quindi, in questo articolo, vi formiamo una piccola guida al riciclaggio della carta in maniera divertente facile e utile.

Carta fai da te: come nasce la carta?
Per fare la carta fai da te occorre anche chiedersi quale processo produttivo deve essere usato per la sua produzione. Un tempo infatti la carta veniva prodotta a mano ed è quindi utile, per chi vuole conoscere tutti i segreti di quest’arte, ricercare le origini della produzione della carta.

Carta fai da te: creare la carta fai da te
Fare la carta fai da te non richiede grossi sforzi o grandi tecniche ma solo un po’ di pazienza. La tecnica per creare la carta fai da te è molto semplice, l’occorrente è una bacinella, un retino, un frullatore e la carta da riciclare. Basta poi seguire questa guida.

Carta fai da te: creare carta fai da te particolare
Con la tecnica della carta fai da te si possono creare anche carte speciali. Si può creare ad esempio, della carta fai da te colorata semplicemente aggiungendo del colorante nella poltiglia che darà origine al foglio di carta fai da te .
Un’altra tecnica affascinante è quella che ci consente di creare la carta fai da te tipica giapponese.

Carta fai da te: impieghi della carta fai da te
La carta fai da te che abbiamo creato di presta a moltissimi usi. Si può usare per fare un biglietto d’auguri davvero particolare oppure usandola come carta da regalo per creare una confezione veramente unica. Creando un foglio abbastanza spesso si possono creare ad esempio dei sottobicchieri esclusivi. Insomma la nostra carta fai da te non è solo ecologica ma anche versatile ed originale adatta a tutti gli usi che la nostra fantasia ci suggerisce.

Come Realizzare Fiori di Carota

Le carote, oltre ad essere una sana e gustosa verdura, si prestano in maniera molto semplice per delle creazioni divertenti o graziose. Ad esempio con la carota, si possono creare dei fiorellini di carota per decorare in maniera originale una tavola. Vediamo come fare.

La frutta e la verdura sono degli ottimi elementi per fare delle graziosissime decorazioni per dei centrotavola, per la presentazione di piatti decorati, per decorare dei buffet, degli spiedini o dei tramezzini. La carota si presta egregiamente per le decorazioni: e realizzare un fiore di carota è molto semplice e veloce per l’esecuzione.

Carota: cosa serve per fare i fiorellini
Tra gli attrezzi fondamentali per creare il fiorellino di carota, non può mancare lo scavino a U, lo spelucchino, degli stuzzicadenti, il rigalimoni, dei coltellini affilati, delle bacche di ginepro o capperi di Pantelleria.

Carota: realizziamo i fiorellini
Ora che abbiamo tutti i nostri attrezzi, siamo pronti a realizzare dei semplici fiori di carota, come delle margherite. Vediamo come fare: prima di tutto bisogna tagliare la punta della carota, scavando l’interno con uno scavino a U e formare con l’aiuto di un coltellino affilato tre petali arrotondati. Con un stecchino bloccare il bottone del fiore di carota con la bacca di ginepro o con il cappero. Per la margherita bisogna praticare delle incisioni sulla lunghezza della carota: sempre sulla punta, bisognerà modellare l’estremità della carota e, con lo spelucchino, tagliare una spirale. La margherita verrà fuori automaticamente. Al centro si possono mettere delle semplici fettine di carota da fissare sullo stuzzicadenti. Ora possiamo mettere i nostri fiori di carote nei piatti da portata: o al centro tavola con del prezzemolo e una candela per un segnaposto vegetale.

Come Togliere le Macchie d’Olio

Spesso, mentre si cucina, oppure mentre si è a tavola a mangiare, capita di sporcarsi con l’olio.
Si tratta di inconvenienti apparentemente “irrimediabili”, soprattutto se la goccia di olio cade su vestiti o tessuti.
La relativa macchia di “unto” in molti casi è difficile da rimuovere anche dopo un lavaggio in lavatrice.
Esiste però un piccolo accorgimento per cercare di “rimediare” in tali casi.
Per prima cosa non bisogna cercare di rimuovere la macchia strofinando, né fare asciugare la goccia appena caduta sul vestito.
Allo stesso tempo è possibile utilizzare un pizzico di farina proprio sulla macchia, in modo tale da cercare di assorbire l’olio.
Dopo aver fatto “agire” la farina (o, in alternativa, del borotalco) per qualche minuto, è possibile rimuovere i residui con una spazzola, e poi eventualmente procedere al lavaggio dell’indumento (o tessuto) macchiato.
In tal modo verranno ridotte le possibilità di un alone permanente su tale capo d’abbigliamento.