Browse Category

Fai da Te

Come Togliere le Macchie di Ruggine dai Tessuti

Tra le macchie più difficili da eliminare, soprattutto per quanto riguarda vestiti o tessuti, vi sono sicuramente quelle di ruggine.
In commercio esistono numerosi prodotti specifici per cercare di ovviare a tale problema.
In alternativa all’uso di eventuali prodotti chimici, oppure semplicemente per risparmiare, è possibile provare a eliminare la macchia con un rimedio naturale.
Gli ingredienti necessari in tal caso sono 2: il succo di limone e il sale fino da cucina.
Si procede inumidendo leggermente la parte macchiata con acqua, e poi aggiungendo del sale (fino).
Poi bisogna aggiungere dell’abbondante succo di limone e attendere che il tutto si “secchi” in maniera naturale (magari alla luce del sole).
Una volta asciugato il tutto si potranno notare gli eventuali risultati e procedere con un comune lavaggio.

Come Stirare il Colletto di una Camicia

Tra i vestiti che richiedono maggiore “precisione” quando si stira figurano sicuramente le camicie.
E, di queste ultime, sono particolarmente”difficili” da stirare il colletto oppure i polsini.
Per ovviare a tale problema esiste però un’alternativa semplice e allo stesso tempo efficace, utile ad esempio quando si ha poco tempo a disposizione.
Basta utilizzare la comune piastra per i capelli.
Per stirare velocemente il colletto di una camicia o di una polo basta infatti “pinzare” per qualche secondo tale parte con la piastra, e il problema è presto risolto.

Come Stirare la Seta

L’ultima operazione da effettuare, dopo aver lavato un abito o un capo d’abbigliamento, è quella della stiratura. Questa manovra, però, deve essere fatta in maniera adeguata al tipo di tessuto di cui è fatto l’indumento.
I rischi più probabili in tal caso, sono quelli di una stiratura non perfetta o, nei casi peggiori, quello di rovinare un capo preferito, con bruciature da ferro da stiro o lasciare su di esso aloni e macchie.
Uno dei tessuti più delicati in questo senso è la seta. Per evitare questo tipo di spiacevoli complicazioni, si può adottare un piccolo e semplice accorgimento. Basta stirare il capo “dritto” (quindi non al rovescio), ma ricordarsi di porre un foglio di carta da forno (utilizzata normalmente per gli alimenti), o di carta velina, tra il ferro da stiro e la seta.

Come Togliere Residui di Colla

Molto spesso si tenta di staccare degli adesivi da vari tipi di superfici, lasciando però delle evidenti tracce di colla e aloni di vario genere.
Per rimuovere i residui in questione esistono in commercio numerosi prodotti, più o meno efficaci.
Per tutti coloro che invece desiderano risparmiare e utilizzare un metodo alternativo e naturale, si può utilizzare un “solvente” che sicuramente è presente in tutte le case: l’olio d’oliva.
Basta infatti inumidire un batuffolo di ovatta con l’olio comunemente usato in cucina e strofinare sui residui di colla.
L’unica accortezza è quella di fare attenzione alla superficie sulla quale si sta tentando di rimuovere le tracce, evitando quindi che sia assorbente all’olio.
Se questa soluzione non funziona, è possibile seguire questa guida su Araucaimateater.it, in cui sono proposti altri rimedi.

Come Realizzare Sottobicchieri con Nastro dei Pacchetti

I regali portano metri e metri di nastro inutilizzato. Potete trasformare tutti i nastrini inutilizzati in degli splendidi sottobicchieri per il vostro cenone di capodanno. Il consiglio che vi diamo e’ di conservare tutti i pezzi di nastro che buttereste via in un’unico contenitore e quando questo contenitore e’ pieno potere realizzare i vostri sottobicchieri. Prendete uno stuzzicadenti ed iniziate ad arrotolare in modo molto stretto il nastro attorno fino a formare una spirale del diametro di circa mezzo centimetro. Questa e’ la parte piu’ importante perche’ il cuore della spirale deve essere la parte piu’ compatta.

Successivamente, tenendo ben ferma la spirale, fissate il tutto con un pezzettino di scotch. Prendete poi un altro nastro, dello stesso colore oppure diverso, attaccare la prima estremita’ con lo scotch ed un pizzico di colla, eventualmente anche colla vinilica, e proseguite nel creare la spirale stretta.

Quando la spirale assume il diametro di pochi centimetri vi renderete conto che e’ difficile arrotolarla tenendola tra le mani, vi consigliamo quindi di continuare appoggiando la struttura su un tavolo. Quando il sottobicchiere ha raggiunto il diametro di circa dieci centimetri e’ completo.

Non vi resta che fissarlo con l’utilizzo dello scotch. Infine ritagliate un cerchio di sughero pari al diametro del nastro, da incollare al di sotto del nastro, per dargli in tutto e per tutto la forma del sottobicchiere. Per evitare che il sottobicchiere si rovini in breve tempo vi consigliamo di applicare sulla parte superiore, quella del nastro, una mano di smalto trasparente rendendolo cosi’ impermeabile.